The Sound of Silence

5,50

The sound of silence di Simon and Garfunkel.

Demo: pdf midi

Descrizione

“The Sound of Silence” è una canzone scritta da Paul Simon dopo l’assassinio di John F. Kennedy, il 22 novembre 1963. Completata nel febbraio del 1964, dopo un inizio non brillante, dall’autunno del 1965 fu la canzone che portò alla celebrità il duo Simon & Garfunkel. (Da Wikipedia)
Il demo di questo arrangiamento è autonomo ed eseguibile a sé stante (battute 1 – 17). Un omaggio Musicamedia dedicato a coloro che con la loro passione promuovono la musica d’insieme nella scuola, per una partecipazione attiva di tutti gli alunni a questa meravigliosa arte.

pagina iniziale dell'arrangiamento

Nell’arrangiamento Musicamedia della canzone The Sound of Silence di Paul Simon, il tema principale è eseguito dalla sezione dei flauti soprano 1, in tonalità di RE minore. Le altre sezioni di flauti, sopano 2 – contralto – tenore – basso, realizzano l’accompagnamento con qualche traccia di seconda voce per i flauti soprano 2 all’inizio e flauti tenore alla battuta 10.
Ai flauti dolci, che possono costituire un gruppo omogeneo ed autonomo nell’esecuzione, si affiancano altri strumenti a piacere: lo xilofono grazie al suo timbro secco e penetrante conferisce un sapore particolare all’orchestra Musicamedia; la chitarra con la sua grande estensione sostiene i timbri dei flauti; la tastiera con un suono avvolgente riempie la sonorità generale; le piccole percussioni arricchiscono la varietà timbrica dell’orchestra.
Come al solito, non è indispensabile eseguire la partitura con tutti gli strumenti indicati. Si possono creare molte combinazioni diverse con gli strumenti che si hanno a disposizione, avendo cura di mantenere sempre uno strumento di accompagnamento oltre a quello che esegue la melodia principale.

secondo tema

Nella seconda esposizione del tema i protagonisti sono i flauti contralto e tenore, che lo eseguono all’ottava. Un flauto soprano 1 solista accompagna con un controcanto e con piccole imitazioni.

ripresa del tema

La terza esposizione ribalta momentaneamente i ruoli strumentali in quanto ora il tema è realizzato da chitarra e tastiera e l’accompagnamento dalle sezioni dei flauti, in una specie di botta e risposta.

The sound of silence

Hello darkness, my old friend
I’ve come to talk with you again
Because a vision softly creeping
Left its seeds while I was sleeping
And the vision that was planted in my brain
Still remains
Within the sound of silence

In restless dreams I walked alone
Narrow streets of cobblestone
‘Neath the halo of a street lamp
I turn my collar to the cold and damp
When my eyes were stabbed by the flash of a neon light
That split the night
And touched the sound of silence

And in the naked light I saw
Ten thousand people maybe more
People talking without speaking
People hearing without listening
People writing songs that voices never shared
No one dared
Disturb the sound of silence

“Fools,” said I, “you do not know
Silence like a cancer grows
Hear my words that I might teach you
Take my arms that I might reach you”
But my words like silent raindrops fell
And echoed in the wells of silence

And the people bowed and prayed
To the neon god they made
And the sign flashed out its warning
In the words that it was forming
And the sign said “The words of the prophets are written on the subway walls
And tenement halls
And whispered in the sound of silence

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “The Sound of Silence”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *