Mussorgski Tuileries

7,00

Tuileries, da “Quadri di un’esposizione”, 1874, di Modest P. Mussorgski. Demo: pdf mp3

Descrizione

Da “Quadri di un’esposizione”, 1874, di Modest P. Mussorgski.
Nel 1874, per onorare la memoria dell’amico architetto e pittore Viktor Hrtmann morto l’anno precedente, Mussorgski compone “Quadri di un’esposizione“, un’opera per pianoforte ispirata ad una serie di opere dell’amico esposte a Pietroburgo. Nella composizione si alternano pagine descrittive, che rappresentano i quadri, a episodi che indicano lo spostamento del visitatore da un quadro all’altro, intitolati Promenade, che appare in cinque versioni diverse.
Tuileries Allegretto non troppo, capriccioso – ha come sottotitolo “Litigio di fanciulli dopo il gioco”: dei bimbi giocano nei giardini del parco parigino delle Tuileries, mentre le severe governanti parlottano tra loro. Qui Musorgskij intreccia motivi e cantilene infantili alternandoli con le parole delle badanti e a tratti pare di sentire persino i rimproveri, i pianti e i richiami attraverso rapidissimi scatti, tratti imploranti, onomatopee. (Per approfondire)

Tuileries trascrizione Musicamedia pagina 1
Tuileries trascrizione Musicamedia pagina 1

La trascrizione Musicamedia de “Tuileries”, dai “Quadri di un’esposizione” di Musorgski, modifica la tonalità da SI a DO maggiore. Il tema dei bambini, con il caratteristico intervallo di terza minore discendente e con le quartine di semicrome in staccato, è realizzato dal flauto dolce soprano. Il tema delle balie che redarguiscono i bambini, più tranquillo, è affidato al flauto dolce contralto. Le quattro scale ascendenti che punteggiano la partitura sono distribuite fra i flauti basso, tenore e contralto. Gli altri strumenti completano l’armonia realizzando gli accordi, ricchi di dissonanze di settima e nona, ritardi, ecc. Le piccole percussioni intervengono con grande delicatezza per arricchire il timbro.

La partitura è proposta in tre versioni: pagina verticale con una (PARTITURA V1) o due accollature (PARTITURA V2); pagina orizzontale con una accollatura (PARTITURA O1). Non è indispensabile che ci siano tutti gli strumenti indicati in partitura, si può eseguire anche riducendo le parti, purché vengano salvaguardate le melodie principali. Per l’esecuzione con altri organici, si veda la pagina http://www.musicamedia.it/introduzione.html

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mussorgski Tuileries”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *