Mussorgski Il vecchio castello

10,00

Il vecchio castello, da “Quadri di un’esposizione”, 1874, di Modest P. Mussorgski. Demo: pdf mp3

Descrizione

Da “Quadri di un’esposizione”, 1874, di Modest P. Mussorgski.
Nel 1874, per onorare la memoria dell’amico architetto e pittore Viktor Hrtmann morto l’anno precedente, Mussorgski compone “Quadri di un’esposizione“, un’opera per pianoforte ispirata ad una serie di opere dell’amico esposte a Pietroburgo. Nella composizione si alternano pagine descrittive, che rappresentano i quadri, a episodi che indicano lo spostamento del visitatore da un quadro all’altro, intitolati Promenade, che appare in cinque versioni diverse.
Il vecchio castello Andante – Un trovatore intona il suo canto desolato ai piedi di un castello medioevale. La presenza costante di una nota di pedale, la ripetitività incantatoria delle figure ritmiche e melodiche, l’uniformità espressiva danno alla musica una dimensione onirica, sfumata e distante. (Per approfondire)

Il vecchio castello trascrizione Musicamedia pagina 1
Il vecchio castello trascrizione Musicamedia pagina 1

La trascrizione Musicamedia de “Il vecchio castello”, dai “Quadri di un’esposizione” di Musorgski, modifica la tonalità da SOL# a LA minore. Nel quintetto di flauti, al basso tocca il compito di realizzare l’ossessivo pedale di tonica, salvo rari scambi con il tenore dovuti a questioni di estensione melodica. Il tenore ha la parte di controcanto che introduce ed interloquisce con il tema principale. Il quale tema è appannaggio di contralto e soprano 1, sia in alternanza che in 8va, in ottemperanza all’originale scrittura pianistica dell’Autore. Il soprano 2 completa l’armonia, talvolta anche sdoppiandosi.
Chitarra e basso elettrico eseguono il controcanto e il pedale di tonica, la tastiera esegue il tema principale e il pedale di tonica. Le piccole percussioni intervengono con grande delicatezza per arricchire il timbro.
Data la lunghezza del brano, è possibile tagliare da batt. 51 a 95 (eseguire 50 poi 96), come indicato dai segni O ed S.

La partitura è proposta in tre versioni: pagina verticale con una (PARTITURA V1) o due accollature (PARTITURA V2); pagina orizzontale con una accollatura (PARTITURA O1). Non è indispensabile che ci siano tutti gli strumenti indicati in partitura, si può eseguire anche riducendo le parti, purché vengano salvaguardate le melodie principali. Per l’esecuzione con altri organici, si veda la pagina http://www.musicamedia.it/introduzione.html

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mussorgski Il vecchio castello”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *