L’Inverno, Largo

5,00

Secondo movimento del concerto in fa minore op VIII n. 4 “L’Inverno” di Vivaldi .

Demo: pdf midi

Descrizione

Questa celebre melodia di Vivaldi è la trasposizione del secondo movimento del concerto in fa minore op VIII n. 4 “L’Inverno”. Nell’op. VIII, intitolata “Il Cimento dell’Armonia e dell’Inventione”, prima pubblicazione ad Amsterdam nel 1725, i primi quattro concerti sono raccolti sotto il titolo “Le Quattro Stagioni”, ognuno accompagnato da un sonetto dimostrativo, che Vivaldi riporta in partitura. I versi corrispondenti a questo movimento recitano: “Passar al foco i dì quieti e contenti / Mentre la pioggia fuor bagna ben cento”.

pagina iniziale dell'arrangiamento pagina iniziale dell’arrangiamento

Nella trascrizione, la tonalità è do maggiore, con modulazione a sol maggiore a partire dalla battuta 5 fino a battuta 10. Il flauto soprano 1 esegue la melodia principale del violino solista. Al flauto soprano 2 è affidato il controcanto delle viole. I flauti contralti e tenori hanno la parte più difficile; a loro infatti è assegnato il pizzicato dei violini primi e secondi. Può essere utile, per superare le asperità di queste due parti, ricorrere a qualche espediente, che veda la divisione del lavoro fra due gruppi in ogni sezione. Per esempio, si può alternare i due gruppi ogni due movimenti, oppure ogni battuta, dando modo ad ogni gruppo di respirare con comodo e prepararsi alle note successive. Lo xilofono accompagna con semplici bicordi, mentre chitarra e tastiera realizzano il basso armonico originale. Ho aggiunto qualche nota per le percussioni, ad libitum, da eseguirsi con molta discrezione.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’Inverno, Largo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *