In notte placida

5,00

In notte placida canto di Natale di F. Couperin.

Demo: pdf midi

Descrizione

François Couperin è un musicista francese, vissuto a Parigi tra il 1668 e il 1730.
L’introduzione è facoltativa, come d’abitudine. Le parti originali di F. Couperin sono distribuite ai flauti Soprano 1, Contralto, Tenore e Basso. La tonalità di RE maggiore/minore consente un’agevole unione di un eventuale coro di voci bianche.
Non è indispensabile che ci siano tutti gli strumenti indicati in partitura, si può eseguire anche riducendo le parti, purché sia mantenuto almeno il tema e una parte di accompagnamento. La chitarra può essere suddivisa fra due esecutori; la parte bassa si può affidare alla chitarra basso.

In notte placida, per muto sentier,
dai campi da cieli scese l’Amor;
dell’alme fedeli il Redentor.
Nell’aura è il palpito d’un grande mister;
del nuovo Israello nato è il Signor,
il fiore più bello dei nostri fior.

Cantate popoli, gloria all’Altissimo!
L’animo aprite a speranza, ad amor.

Se l’aura è gelida, se fosco è il ciel;
oh vieni al mio cuore, vieni a posar,
ti vo’ col mio amore riscaldar.
Se il fieno è rigido, se il vento è crudel;
un cuore che t’ama voglio a Te dar,
un ben che Te brama, Gesù, cullar.

Un coro d’angeli discesi dal ciel
accende la notte di luci d’or,
facendo corona al Redentor
Ed un arcangelo dischiude il mister,
annunzia ai pastori: “Nato è il Signor,
l’atteso Messia, il Salvator”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “In notte placida”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *