Classi Terze

Attività per le classi terze della scuola “Bazzo” di Rua di Feletto

Dal 12 al 20 maggio
Cominciamo il “Novecento”.
Per un inquadramento generale studia le pag. 302-303, 304-305, 306-307. A pag. 316-317: ascolta l’Ear training pag. 316 1- audio 27-05, 2- audio 27-06, e rispondi alle domande, poi rispondi al questionario pag. 317 solo le domande 1 e 2. Scrivi le risposte con la penna altrimenti non si leggono. Invia la foto al solito modo. 
Pag 318-319: Impressionismo; Debussy: “Poisson d’or” audio 27-07; rispondi alle domande.*
Pag. 320-321: Espressionismo Dodecafonia; Schönberg: Allegro op. 36 audio 27-08; rispondi alle domande.*
Pag. 322-323: Neoclassicismo; Stravinskji: Danza sacrale dell’eletta audio 27-09; Prokofiev: Marcia audio 27-10;
Pag. 324-325: Futurismo; Marinetti: Battaglia di Adrianopoli audio 27-11; rispondi alle domande.* (* = scrivi le risposte direttamente nel messaggio, non serve la foto)
Pag. 328: rispondi alle domande da 1 a 7, non la 8 e 9, scrivi le risposte con la penna altrimenti non si leggono. Invia la foto al solito modo.
Flauto: nessun nuovo brano, visto le molte pagine di cultura e ascolto. Chi non ha inviato il brano pag 295, o vuole completarlo o farlo meglio, può inviare la registrazione.

Dal 4 al 10 maggio
Terminiamo col “Secondo Ottocento”.
Musorgskij: “Quadri di un’esposizione“, pag. 286-287 e 288-289: leggi la presentazione dell’Autore e dell’opera a pag. 286; leggi le presentazioni dei brani e ascoltali attentamente: Promenade audio 25-23 (solo fino al minuto 1,45), Tuileries audio 25-24, Balletto dei pulcini audio 26-01, Samuel Goldenberg e Schmuyle audio 26-02, Baba Yaga audio 26-03, La grande porta di Kiev audio 26-04.
Compito 1: fra i sei brani presentati, scegli quello che ti è piaciuto di più o che ritieni più interessante, riascoltalo e scrivi una presentazione in mezza pagina di quaderno, 12-15 righe, descrivendo sia le caratteristiche musicali, strutturali, timbriche, melodiche, dinamiche, ecc., sia le tue impressioni.
Mascagni: Intermezzo da “Cavalleria rusticana”, pag. 294-295: leggi la presentazione dell’Autore e dell’opera a pag. 294; leggi la presentazione del brano e ascolta attentamente “Intermezzo” audio 26-07.
Compito 2: scrivi una presentazione in mezza pagina di quaderno, 12-15 righe, descrivendo sia le caratteristiche musicali, strutturali, timbriche, melodiche, dinamiche, ecc., sia le tue impressioni.
Flauto: Suona il brano pag. 295 libro B (parte facile: solo le prime 8 battute).
Invia i due scritti e l’esecuzione entro il 10 maggio (l’esecuzione anche dal vivo in aula virtuale:
3A merc. 6 maggio, ore 10:30-12:00;
3B merc. 6 maggio, ore 15:00-16:30;
3C giov. 7 maggio, ore 15:30-17:00.

Dal 16 al 23 aprile
Continuiamo il “Secondo Ottocento”.
La “suite sinfonica”: leggi pag. 266-267
Ascolta i 4 brani dal “Peer Gynt” di E. Grieg e rispondi sulla scheda alle domande di comprensione per ciascun ascolto: pag. 266-267 “Nell’antro del re della montagna” audio 24-18
pag. 268-269 “Il mattino” audio 25-1
“Ritorno di Peer Gynt e temporale” audio 25-2
“Canzone di Solveig” audio 25-3
Per rispondere scarica e stampa questa scheda, scrivi le risposte e poi invia la foto alla classe virtuale.
Il Balletto: pag. 284-285 Ascolta “Danza cinese” da Lo schiaccianoci di P. I. Ciaikovskij audio 25-22 e rispondi alle domande di comprensione sul libro poi invia la foto alla classe virtuale.
Strumento: suona uno dei brani di pag. 267, 268 (più facile), 269. Invia alla classe virtuale le esecuzioni audio o video entro il 23 aprile.

Dal 1° all’8 aprile
Cultura ed ascolto: iniziamo un nuovo tema: il Secondo Ottocento, tra Nazionalismo e Verismo.
Leggi pag. da 245, 246-247, 248-249; a pag. 249 ascolta più volte l'”Habanera” di Bizet e rispondi alle domande.

Risposte pag. 249: 1. b 2. c 3. a 4. b

Poema sinfonico. Leggi pag. 260-261, ascolta il poema sinfonico di B. Smetana “La Moldava” e rispondi alle domande.

Risposte pag. 260-1: 1.b 2.c 3.b 4.c 5.a 6.d 7.a 8.b 9.c 10.a 11.a 12.c 13. risposta soggettiva

Invia le risposte entro l’8 aprile.
Strumento: suona l’Habanera a pag. 249; è complicato con molte alterazioni sia fisse che provvisorie e c’è pure un cambio di tonalità, da RE minore con il SIb a RE maggiore con FA# e DO#. Vedi le diteggiature del flauto qui. Se è troppo complicato puoi limitarti alla terza riga, attento al FA#.
Invia esecuzioni audio o video entro l’8 aprile.
P. S.: Orchestra virtuale. Se hai capacità, tempo e voglia puoi suonare in orchestra sovrapponendoti alla base mp3 (aprila con Audacity per poter modificare la velocità e studiarla rallentata all’inizio). Vi dò uno degli ultimi brani che ho preparato, la Marcia di Radetzky.
base audio mp3, spartiti: flauto soprano1, flauto soprano2 (c’est plus facile – easier – mas facil), flauto contralto, flauto tenore, chitarra, tastiera, percussioni (per chi le ha in casa).
Solo per 3B e i due contralti di 3C: Chopin Preludio op28 n7 base audio mp3.

Settimana dal 23 al 28 marzo

Strumento: continua con il brano che hai scelto nelle pagine 124-126 libro A (i primi due sono più semplici); studia con metodo di studio due battute al giorno, poi tutto il brano senza base e con base. Ecco le basi dei brani (clicca per ascoltare): casatchok, cuore matto, nessuno… the sound, fatti mandare, meraviglioso, caruso (molto difficile!!!).
Quando sei pronto registra un video e invialo alla classe virtuale. Puoi registrare mentre suoni senza base o con la base. Chi non riesce a far tutto può limitarsi ad una sola riga. La scadenza è venerdì 3 aprile, potete mandare anche un video provvisorio per correzioni in itinere, poi valuterò l’ultimo video inviato entro la scadenza.
Cultura ed ascolto: terminiamo il tema Romanticismo musicale con Richard Wagner.
Leggi p226, guarda il filmato sulla biografia di Wagner.
Ascolta il brano La cavalcata delle Valchirie, rispondi a pag. 227, invia le risposte alla classe virtuale entro venerdì 27 marzo.
Buon lavoro!
28 marzo 2020 Risposte pag. 227
1. a, c (il libro dice a, b, ma è evidentemente un errore)
2. a
3. b
4. risposta soggettiva (tre/quattro aggettivi)
5. a, b, d

P. S.: Orchestra virtuale. Se hai capacità, tempo e voglia puoi suonare in orchestra sovrapponendoti alla base mp3 (aprila con Audacity per poter modificare la velocità e studiarla rallentata all’inizio). Vi dò uno degli ultimi brani che ho preparato, la Marcia di Radetzky.
base audio mp3, spartiti: flauto soprano1, flauto soprano2 (c’est plus facile – easier – mas facil), flauto contralto, flauto tenore, chitarra, tastiera, percussioni (per chi le ha in casa).
Solo per 3B e i due contralti di 3C: Chopin Preludio op28 n7 base audio mp3.

Settimana dal 16 al 21 marzo

Strumento: scegli un brano nelle pagine 124-126 libro A (i primi due sono più semplici); studia con metodo di studio due battute al giorno.
Cultura ed ascolto: rileggi pag. 184-185 libro B sui concetti basilari del Romanticismo musicale. A conclusione dell’argomento conosciamo le due figure più importanti nel campo dell’opera lirica ottocentesca: Giuseppe Verdi e Richard Wagner.
Verdi: 1) leggi attentamente e ripeti p224; 2) ascolta il brano di p225 cercando su internet le parole “Verdi marcia trionfale aida”; 3) ascolta il brano di p 228 cercando su internet le parole “Verdi va’ pensiero dal Nabucco”. (Wagner per la prossima settimana)
Approfondimento: Verdi e il Risorgimento link1, link2; vita di Verdi video in occasione del centenario della morte link3 (due ore!!!).
Scrivi nei commenti, firmando con cognome nome classe, le domande, i dubbi e il resoconto dell’attività svolta nella settimana.
Buon lavoro!

Settimana dal 9 al 14 marzo

Ripassiamo alcuni argomenti: le scale musicali, i tempi composti.

  1. Il concetto di scala (3 video):
https://youtu.be/Kkjcpe-O7Vs

I gradi della scala:

https://youtu.be/Qj6wXMtaltY

Qui un altro video sulla scala:

https://youtu.be/WnCa5X0EpQ8

2. Tempi composti (2 video):

https://youtu.be/nZVtKDDdcgo
https://youtu.be/KLW11itAumk

 

3 comments

  1. Nella prima metà dell’ottocento l’Europa ebbe una grande trasformazione. Nel 1815 ci fu il congresso di Vienna che tenta a riportare nel continente la suddivisione politica e ci fu un ritorno al passato ovvero la restaurazione.
    Il romanticismo era una libera espressione del sentimento, l’amore patriottico, l’orgoglio per le tradizioni popolari. È un’epoca nuova nella quale la borghesia colta e raffinata, si sostituisce alla classe aristocratica. L’artista romantico esprime il proprio genio con immediatezza.La musica è un periodo storico così importante che diffuse gli ideali romantici. Il musicista scrive seguendo la propria ispirazione la sensibilità artistica e le nuove potenzialità timbriche degli strumenti esaltano stati d’animo e anche espressioni dei sentimenti. La musica risveglia all’ideali patriottici le forme musicali classi che si trasforma in strutture più libera e flessibile, nascono nuove forme tipicamente romantiche. Il Melodramma ora si chiama opera lirica, e per il canto si usa la lingua nazionale. I compositori i ricavano i a oggetti musicali dalla storia o dalla tradizione del proprio paese, i canti popolari e le danze folkloristiche diventano un gesto di attenzione. Il strumenti più usato nel periodo della restaurazione è il pianoforte ma si amplia l’orchestra e si perfezionano gli strumenti a fiato in legno e ottoni e i loro ruolo ora era molto più importante come quello degli archi e così nascono i sassofoni, si aggiungono nuovi strumenti a percussione si ricoprono anche gli strumenti antichi della tradizione popolare.
    GIUSEPPE VERDI
    Giuseppe Verdi nacque 1813 e morì nel 1901. Verdi è dotato di un profondo senso del teatro e di una grande umanità. Con Verdi l’opera lirica subisce una notevole evoluzione e tutta l’attenzione pubblica è attirata dall’azione e dai personaggi. Infine durante il risorgimento il popolo italiano entusiasma alla musica e si svegliano i sentimenti patriottici.L’Aida è una famosa opera lirica e Giuseppe Verdi composta nel 1870 è rappresentata nel teatro del Cairo questa è lirica ambientata nell’antico Egitto al tempo di faraoni. Per la celebre marcia trionfale, Verdi far costruire delle trombe particolari queste sono dette anche trombe egizie.
    RICHARD WAGNER
    Richard Wagner nacque a Lipsia il 1813 e morì nel 1883.Fu un grande musicista ma anche un uomo di cultura e un amante della filosofia.
    Lui introdusse una vera e propria rivoluzione, tanto nella trama quanto nella musica dell’opera lirica. La musica per lui era un tutt’uno e deve scrivere personalmente un libretto della storia che vuole musicare. L’orchestra vivifica l’opera con la sua presenza continua ma esegue una melodia infinita e nella musica emergono i Leitmotiv ovvero temi ricorrenti.Per scrivere la storia della gigantesca tetralogia l’anello del nibelungo ci impiego quattro anni ma poi scrisse anche l’oro del Reno, la valchiria, Sigfrido e il crepuscolo degli dei. La storia si ispira a leggende mitologiche medievali dalla Germania settentrionale ed è complicata. Le valchirie sono donne guerriere tutte sorelle perché generate dal dio Wotan. Il famoso brano intitolato la cavalcata delle valchirie si inserisce nel momento in cui il Dio Wotan punisce la figlia.La scena delle valchirie che cavalcavano un cielo tempestoso è descritta da Wagner con grande forza: gli ottoni eseguono il tema della carreggiata in crescendo gli arti imitano le turbinose folate di vento e pioggia, i vorticosi dei violini avvolgono i fulmini mentre il veloci Trilli discendenti dei violini e dei legni fanno pensare a invocazioni disperate, Infine i violini e le percussioni eseguono invece il tema delle fiamme.

    1. Buongiorno prof,
      i compiti assegnati erano abbastanza semplici, non ho avuto difficoltà nel brano.
      I link sono serviti a apprendere più nel dettaglio gli argomenti.
      Grazie e arrivederci.
      Giacomo Doimo
      Classe 3/A Rua

  2. Buongiorno Prof,
    Le attività da svolgere durante la settimana le ho trovate interessanti e non molto difficili da memorizzare. Ho riscontrato un po più di difficoltà nel studiare il brano sound of silence di pag. 125. Ho trovato anche molto interessanti i link di approfondimento che mi hanno aiutato a fissare alcuni concetti chiave.
    Arrivederci.
    Alessandro Meneghin.
    Classe 3/A Rua

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *